Il mio viaggio a Vienna

Buongiorno ragazze, oggi finalmente, vi mostro le foto scattate durante la mia visita a Vienna. Il Viaggio è stato un regalo di compleanno da parte del Capitano ed essendo già passate diverse settimane dal mio rientro, non volevo dilungarmi ancora con i tempi. Premetto col dirvi che Vienna è magica durante il periodo Natalizio, indubbiamente il freddo condiziona un pò la visita della città, ma ne vale sicuramente la pena. Abbiamo soggiornato una settimana, dal 11 al 18 dicembre presso l’Hotel Geblergasse trovato su Booking, stanza carinissima, pulita e abbastanza spaziosa; volato con Alitalia, a mio parere, la migliore compagnia per i viaggi continentali!

Vienna

Il Primo giorno abbiamo fatto un veloce giro di ricognizione della città, attraversando l’intera Ringstrasse, ovvero la “strada circolare” che delinea il centro storico e percorre le maggiori attrazioni della città, i Musei d’Arte e Storia Naturale,  il Parlamento, il Burgtheater (uno dei teatri più importanti dell’Europa), l’ Università fino ad arrivare al Rathaus ovvero il municipio di Vienna che nella Rathausplatz, ospita il Christkindlmarkt, il mercatino di Natale più grande e importante della città, un vero paradiso per grandi e bambini dove è possibile mangiare piatti tipici austriaci e dolci viennesi.

Il Secondo giorno, dopo una calda colazione da sturbucks ci siamo diretti all’ Hofburg, residenza invernale dell’imperatore Francesco Giuseppe. Siamo entrati dall’ala di San Michele, ammirando per prima la chiesetta di San Michael e dirigendoci poi verso gli appartamenti imperiali. Con il Sisi-Ticket (25,50 € comprende il biglietto d’ingresso per: Castello di Schönbrunn con Grand Tour e audioguida, Appartamenti Imperiali con Museo di Sisi e l’Argenteria, Museo del mobile) abbiamo dapprima ammirato il museo dell’argenteria e successivamente gli appartamenti dell’imperatore Francesco Giuseppe e sua moglie Elisabetta ovvero Sissi, un posto affascinante che custodisce oggetti personali dell’imperatrice. Dopo aver raggiunto la nuova Hofburg, e attraversato il Burgtor, maestosa porta d’accesso della Hofburg, abbiamo percorso la strada del ritorno passando dall’Albertina, la Josefsplatz e la Scuola di Equitazione. Nel pomeriggio ci siamo recati al Cafe Mozart e dopo aver mangiato una squisita cheesecake ci siamo recati a Mariahilfer Strasse la famosa shopping street di Vienna.

Il Terzo giorno essendo domenica siamo andati al Naschmarkt, il mercato più famoso di Vienna. Al Naschmarkt si può trovare di tutto, assaporare cibi provenienti da qualsiasi parte del mondo e proprio la domenica mattina viene allestito il mercatino delle pulci. Nella zona si trova anche il Palazzo della Secessione, progettato sotto la direzione di Gustav Klimt e la splendida e maestosa Chiesa di San Carlo. Nel pomeriggio ci siamo recati a Stephansplatz, centro storico della città e ammirato la maestosa Cattedrale di Santo Stefano. Tra le splendide viuzze della città e sotto suggerimento di mia madre, siamo arrivati alla Jesuitenkirche (chiesa dei gesuiti) che ospitava Magritte, un grande masso di plastica sospeso a venti metri di altezza e alta otto, che rappresenta la fede e i suoi aspetti minacciosi. Un’opera suggestiva che valeva la pena andare a vedere. La sera abbiamo cenato da Figlmueller e mangiato la famosissima cotoletta viennese Wiener Schnitzel.

Il Quarto giorno, in assoluto il giorno più gelido della settimana, l’abbiamo passato allo Schönbrunn Palace, residenza estiva degli Asburgo. Abbiamo visitato gli appartamenti e le famose sale al suo interno, attraversato gli immensi giardini fino ad arrivare alla famosa Fontana di Nettuno, proseguendo fino al padiglione della Gloriette. Nel tardo pomeriggio, dopo essere passati dall’Hotel Sacher e mangiato l’originale torta Sacher, siamo stati al Kunsthistorisches Museum (Museo di Storia dell’Arte) e Naturhistorisches Museum (Museo di Storia Naturale).

Il Quinto giorno SHOPPING! Ci siamo recati al centro commerciale G3 Shopping Resort Gerasdorf con al suo interno innumerevoli negozi tra cui Primark! Nel tardo pomeriggio siamo tornati a Mariahilfer Strasse e continuato il nostro shopping.

Il Sesto giorno ci siamo recati al Belvedere, composto da due castelli: il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore. Al Superiore abbiamo potuto ammirare la raccolta di quadri più vasta al mondo di Gustav Klimt con esposta la sua opera più famosa ovvero Il Bacio. Al Belvedere Inferiore era allestita una raccolta temporanea di Monet, in assoluto il pittore preferito del Capitano. Una volta usciti dal Belvedere ci siamo recati al Museo del mobile, per poi fare una tranquilla passeggiata Burggarten, uno dei parchi più belli di Vienna e ammirato il monumento a Mozart e dell’imperatore Francesco Giuseppe.

Il Settimo giorno, dopo aver fatto colazione allo Stadtpark senza dubbio il parco viennese più ricco di monumenti con al suo interno la statua dorata di Johann Strauß, uno dei monumenti più fotografati al mondo, ci siamo recati alla Hundertwasserhaus, il complesso di case più colorate della città. Un posto meraviglioso assolutamente da visitare se si visita Vienna. Nel pomeriggio siamo tornati alla Cattedrale di Santo Stefano e ammirato la chiesa al suo interno.

L’Ottavo giorno, ovvero l’ultimo dopo aver lasciato la stanza e aver depositato i bagagli in albergo, siamo andati a far colazione da Demel, famosissima caffetteria di Vienna e visitato per l’ultima volta il centro della città, ultimando il nostro shopping.

Vienna è la città che non ti aspetti! Una capitale Europea spesso sottovalutata ma che vale la pena andare a visitare almeno una volta. Si percepisce subito essere stata la capitale dell’impero, è una città sofisticata, elegante e romantica che a tratti mi ha ricordato Parigi. E’ stato uno splendido viaggio e ringrazio il mio ragazzo per averlo reso possibile. Vi lascio con le foto, che essendo molte ho deciso di raccogliere all’interno di una gallery. Un bacio Veronica.

 

Previous Image
Next Image

info heading

info content


1
1 Discussion on “Il mio viaggio a Vienna”

Leave A Comment

Your email address will not be published.